ABOUT ME

Curiosa, entusiasta, sempre in movimento. Da quando ho iniziato a viaggiare non ho piu smesso! Se vuoi conoscermi meglio clicca sulla mia foto.

Stay Connected

Langhe, a caccia di PANCHINE GIGANTI

C’è chi organizza week end fuori porta per visitare castelli e borghi medioevali, chi predilige degustazioni in cantine e aziende vinicole, chi ama le mostre e chi come noi va alla ricerca di panchine giganti e colorate! Si avete capito bene. Sapevate che sparpagliate per le Alte Langhe ci sono più di 50 panchine giganti dove i grandi possono tornare bambini?

Tutto nasce da un’idea di Chris Bangle che nel 2010 ha costruito la prima panchina rossa vicino alla sua attuale casa/studio con la collaborazione di un artigiano del posto. Il progetto ha avuto così tanto successo che nel tempo le panchine si sono moltiplicate, diventando un vero e proprio simbolo dell’Alta Langa e non solo. Il BIG BENCH COMMUNITY PROJECT è in continua evoluzione ed ha coinvolto anche altre regioni dove ora è possibile trovate queste panchine.

Quest’anno, per il nostro tradizionale week end autunnale nelle Langhe, abbiamo preso spunto da questo curioso progetto per organizzare un itinerario diverso, fuori dai circuiti più classici o che eravamo soliti seguire quando visitavamo le Langhe.

Sul sito ufficiale di BBCP trovate tutte le informazioni che vi potrebbero servire, con tanto di mappa scaricabile che sarà fondamentale per la vostra ricerca … proprio come in una caccia al tesoro a tutti gli effetti.

È ovvio che in un solo week end non si possono vedere tutte, nonostante una delle cose che più amo delle Langhe ( non è vero, al primo posto c’è l’Arneis 🙂 ) è che tutti paesini distano pochi km l’uno dall’altro e anche se avete a disposizione poco tempo si riescono a fare tante cose.

Mappa alla mano, abbiamo identificato una decina di panchine attorno a Monforte d’Alba, dove abbiamo pernottato e ci siamo focalizzate su quelle.

Per prima cosa ci siamo procurati il passaporto, si avete capito bene, esiste anche un passaporto in piena regola su cui verrà apposto il timbro identificativo di ogni panchina che riuscirete a conquistare! Ovviamente prima andrebbe vista la panchina, fotografata e poi raccolto il timbro ma non sempre il posto dove potrete farvi timbrare il passaporto è vicino alla panchina in questione e quindi per evitare di girare come delle trottole avanti e indietro alle volte è più comodo “infrangere le regole” e invertire la successione.

passaporto BBCP

Il progetto sta avendo così tanto successo che l’ufficio turismo di Monforte era rimasto senza passaporti! Anche loro ci hanno confessato che non si aspettavano un’adesione così numerosa.

Poco male, lo recuperiamo presso il Bar Riviera di Dogliani, al costo di €6 e dove otteniamo il nostro primo timbro!

Ecco come è strutturato l’interno del passaporto. Dovete mettere i vostri dati e la vostra foto, come su un vero passaporto. Ogni pagina è dedicata ad una panchina, potrete mettere la data in cui l’avete visitata, un pensiero o quello che più vi ispira per ricordare quel momento.

Passaporto BBCP

Ho acquistato il passaporto per mera curiosità ma vi assicuro che il gioco vi prenderà a tal punto da volere collezionare quanti più timbri possibili. Sarà un bellissimo souvenir del vostro viaggio e un’ottima scusa per tornare nelle Langhe e continuare la raccolta.

So bene che le Langhe non hanno bisogno di tante scuse per tornare, un buon piatto di battuta di fassona piemontese accompagnata ad una bottiglia di Arneis sarebbe già un validissimo motivo ma andare a caccia di panchine giganti è davvero un modo divertente per trascorrere un week end inusuale.

Dicevo che non sempre la panchina è vicina al posto dove richiedere il timbro.  Sul sito BBCP trovate anche l’elenco completo di tutte le strutture, bar e ristoranti che hanno aderito al progetto. È sicuramente un’ottima campagna di marketing per far conoscere e pubblicizzare alcuni esercizi del territorio, perché alle volte quando vi ritroverete a suonare al campanello di aziende vinicole o frutticole, alla vista dei buonissimi prodotti che vendono, è facile che ci scappi un acquisto. Ovviamente non siete obbligati e sono tutti molto cordiali e disponibili anche se uscite a mani vuote come siete entrati.

La mappa scaricabile dal sito vi indica le località dove potete trovate le diverse panchine ma non è così immediato, molte sono ubicate in mezzo ai vigneti e dopo aver parcheggiato dovrete infilarvi in mezzo ai filari. Ovviamente l’accesso alla panchina è libero ma ricordate che siete sempre su un terreno privato, comportatevi di conseguenza.

In alcuni casi dei cartelli dello stesso colore della panchina vi aiuteranno nel localizzarle, altre volte la ricerca si fa più complicata e dovrete proprio guadagnarvele. In generale diciamo che google maps è stato un valido aiuto.

BBCP panchina gialla

Una volta che avrete trovato la panchina divertitevi ad arrampicatevi sopra per farvi immortale nelle pose più improbabili. Con le gambe a penzoloni di queste enormi sedute assaporate il paesaggio attorno a voi e con la curiosità tipica dei bambini lasciatevi affascinare dal mondo. In quei minuti escludete dal flusso dei vostri pensieri i vari problemi che attanagliano il vostro quotidiano e godetevi il momento. A fine giornata vi sorprenderete di quanto terapeutica sia stata la giornata.

BBCP panchina rossaBBCP panchina lilla, farigliano

Non per altro sulla panchina rossa di Clavesana, la panchina nr.1 trovate una targhetta con una poesia in piemontese che recita:

“S’i t’è dabsogn ed tirè un po’ el fia set-te sì ensima e it sentirè torna masna”.

Traduzione: “Se hai bisogno di tirare il fiato, siediti qui sopra e ti sembrerà di tornare bambino

BBCP, panchina rossa Clavesana

So cosa vi starete chiedono, tranquilli. Non sono necessarie acrobazie da saltimbanco per salire sulle panchine, trovate sempre un aiuto o piccole scalette.

BBCP, panchina monforte d'alba

Qui di seguito qualche foto delle panchine che sono riuscita a vedere fino ad ora con qualche dritta per localizzarle.

MONFORTE D’ALBA – PANCHINA ROSA

La nostra “prima panchina”. Si trova in località Castelletto, per localizzarla più facilmente potete impostare sul navigatore Azienda Agricola Cascina Gramolere. Apprezzerete la bellissima vista sui vigneti sottostanti, peccato che quando siamo andati noi ci fosse un po’ di foschia.

BBCP, panchina rosa

MONFORTE D’ALBA – PANCHINA VIOLA

Questa panchina è posizionata nella parte alta del paese, in strada circonvallazione. Raggiungibile anche in macchina ma visto lo scarso parcheggio io vi consiglio di salire a piedi, così avrete modo di visitare la parte storica di Monforte che è stupenda! La panchina si trova di fianco l’Hotel Villa Beccaris e a due passi dall’auditorium Horszowski che non potete non visitare. L’auditorium ospita spesso diverse manifestazioni, la più famosa è sicuramente il festival de Jazz che ogni anno richiama moltissime persone.

BBCP, panchina viola

I timbri di entrambe le panchine di Monforte sono disponibili presso l’ufficio del turismo.

Vi posto qualche scatto di Monforte e dell’auditorium perchè, per me, sono entrambi bellissimi!

Monforte d'AlbaMonforte d'AlbaMonforte d'Alba, auditorium Horszowski

DOGLIANI – PANCHINA ROSSA E AZZURRA

Si trova nella parte alta di Dogliani, in piazza belvedere, di fianco alla torre dell’orologio e sotto l’ombra di un immenso ippocastano. In genere le panchine sono posizionate in punti strategici e panoramici e questa bicolor di Dogliani non è da meno. Vi consiglio di venire qua al tramonto. Il timbro potete recuperarlo al Bar Riviera, nella parte bassa di Dogliani, dove noi per altro abbiamo anche acquistato il passaporto.

BBCP, panchina Dogliani

BBCP, panchina Dogliani

FARIGLIANO – PANCHINA LILLA (VIOLA)

Venendo da Dogliani, appena prima di entrare nel centro di Farigliano dovrete girare sulla sinistra, sul navigatore potete impostare Agriturismo La Cantina. Sulla strada troverete dei cartelli di legno del colore lilla che vi indicano la giusta direzione. Superato l’Agriturismo la vedrete svettare su di una collina che domina tutto il panorama e le vigne sottostanti. Qui trovate anche un diario dove potete lasciare la vostra firma, o un pensiero, in ricordo del vostro passaggio. Dopo di che dovrete andare nel centro di Farigliano, al Bar Saletta per l’apposito timbro.

BBCP, panchina FariglianoBBCP, panchina FariglianoBBCP, panchina Farigliano

CLAVESANA – PANCHINA ROSSA

Trovare questa panchina non è stato immediato. Si trova a Clavesana in località Lo Sbaranzo. Non può mancare nel vostro passaporto perché si tratta della Panchina n.1, quella che ha dato il via a questo bizzarro progetto. Superato il Bar Trattoria Lo Sbaranzo, troverete sulla destra una piccola panchina bianca quasi a segnalarvi che siete sulla strada giusta. Qui dovete imboccare una stradina stretta e tutta curve che passando in mezzo ai vigneti vi condurrà direttamente a casa di Chris Bangle. Anche da fuori la casa/studio riflette la sua eccentrica personalità. Lasciate qui la vostra auto e seguite i cartelli che vi condurranno alla panchina gigante rossa. Potete timbrare il passaporto presso il Bar Trattoria Lo Sbaranzo, dove vista l’ora, mi sarei fermata volentieri a pranzo ma erano al completo.

BBCP, panchina rossa ClavesanaBBCP, panchina rossa ClavesanaBBCP, panchina rossa Clavesana

CLAVESANA – PANCHINA BLU

Questa panchina si trova sui terreni dell’Azienda Vinicola Il Gallo e per raggiungere la panchina dovrete proprio immergervi nei filari che in autunno vi accolgono con le loro sfumature più avvolgenti. A differenza della altre da questa panchina non si può certo dire di poter assaporare il panorama perché vi troverete davanti due enormi alberi che coprono completamente la visuale ma di contro vi sarete fatti una bellissima passeggiate nel vigneto. Il timbro si raccoglie presso la stessa Azienda Vinicola Il gallo, ma purtroppo quando siamo andati noi era chiusa, per cui niente timbro 🙁  peccato perchè ne avremmo approfittato per acquistare anche qualche bottiglia di vino ma torneremo..

BBCP, panchina blu ClavesanaBBCP, panchina blu ClavesanaBBCP, panchina blu Clavesana

CLAVESANA – PANCHINA GIALLA

Questa volta la ricerca è più facile. Basterà mettere sul navigatore Agriturismo il Palazzetto, a qualche km di distanza dal borgo di Clavesana, in località Palazzetto appunto. La panchina si trova proprio di fianco l’Agriturismo dove ancora una volta chiedo se avessero posto per pranzo ma niente da fare, anche qui sono al completo. Mi timbrano però il passaporto! Arrivando abbiamo adocchiato un altro agriturismo dove siamo riusciti a trovare posto e che vi consiglio caldamente per la qualità e cortesia dei gestori, l’agriturismo San Martino. Il bello di questa caccia al tesoro, oltre ad essere divertente di per sé, permette di scovare borghi nuovi e trattorie fuori dalle rotte più classiche e che forse non avremmo mai avuto occasione di provare.

BBCP, panchina gialla, Clavesana

CARRU’ – PANCHINA ORO

Si trova esattamente nella piazza principale di Carrù, Piazza Divisione Alpina Cuneense, di fianco al monumento del bue grasso, una cornice metallica all’interno della quale una coppia di buoi trascina l’aratro sullo sfondo delle colline, come fosse un quadro. Il bue è l’animale simbolo della tradizione contadina locale, pensate l’importanza che aveva quando non esistevano i trattori. Inoltre la cittadina di Carrù è famosa per la fiera del “bue grasso”, quando la gente si mette in fila davanti le osterie già alle 6,00 della mattina per mangiare trippa e bollito. Attorno alla Panchine gigante oro trovate la riproduzione in miniatura delle prime panchine che sono state installate con tanto di targhetta con le coordinate per localizzarle. Il timbro è disponibile presso il Bar pasticceria Durando, in Via Giuseppe Garibaldi 18

BBCP, panchina oro, CarrùBBCP, panchina oro, CarrùBBCP, panchina oro, Carrù

PIOZZO – PANCHINA ARANCIONE

L’ ultima panchina che abbiamo visto e forse quella che mi è piaciuta di meno. Si trova nel piccolo paese di Piozzo, di fianco la cappella dell’Albarosa, in un minuscolo parco giochi per bambini. La posizione della panchina è un po’ sacrificata e anche il panorama rispetto a quelle precedenti non mi è sembrato nulla di particolare. Più divertente è stato recuperare il timbro, lo trovate presso l’azienda frutticola Romanisio, in località Pia, dove sono stata accolta da gatti, asini, oche e caprette!

BBCP, panchina arancione, Piozzo

La panchina che mi è piaciuta di più di quelle viste? Dogliani e Farigliano ma ognuna ha una sua peculiarità e parte del divertimento sta proprio nel localizzarle, inoltre le Langhe, in autunno, indossano il loro abito migliore.

 Langhe, panorama

Quella delle panchine giganti delle Langhe è una caccia al tesoro in piena regola il cui il premio finale sarà tornare bambini per un giorno e scusate se è poco!!!  E voi, sapevate dell’esistenza delle panchine?

CONSIGLI UTILI PER IL VOSTRO SOGGIORNO NELLE LANGHE

DOVE PERNOTTARE

Basiglia Apartment, via Basiglia 10, Monforte

L’appartamento è stato ricavato da un ex fienile ristrutturato di recente e in maniera impeccabile. L’arredamento è super curato in ogni minimo dettaglio e l’alloggio fornito di tutto quelo di cui potreste avere bisogno. Irene e Daniele ci hanno accolto a braccia aperte facendoci sentire a casa. La struttura si trova nella parte alta di Monforte e vanta di una vista strepitosa. E’ anche la base ideale per fare passeggiate lungo i sentieri che collegano Monforte ai paesi circostanti, attraverso vigne, boschi e borgate. Disponibile a pochi passi un piccolo parcheggio comunale gratuito. Noi abbiamo dormito nell’appartamento ma hanno a disposizione altre 3 stanze con trattamento di B&B.

DOVE MANGIARE

LA PIOLA, Piazza Pietro Rossetti 4, Alba

un locale molto carino nel cuore di Alba, si trova infatti nella bella piazza Duomo. Dispone di due sale interne e una veranda coperta all’esterno. Gli arredi sono informali ma curati e il menu esposto su di una grande lavagna che occupa un’ intera parete. Come nelle piole più tradizionali si mangia su tovagliette di carta ma il servizio è reso più elegante da bicchieri decorati con il nome del locale e sottopiatti coloratissimi e differenti tra di loro. Il personale è sempre molto cortese e il servizio veloce, nonostante fosse il sabato della fiera del tartufo e il locale fosse pienissimo. Torniamo spesso a mangiare qui e ogni volta usciamo soddisfatti.

Ristorante L’Argaj, Castiglione Falletto

In una parola: eccellente!  Ristorante moderno, arredato in modo semplice e pulito, lo stile che piace a me. se ci andate per pranzo e il clima lo consente potete mangiare nella stupenda terrazza su una delle colline di Castiglione Falletto. Sul sito garantiscono di sorprendervi se credete di aver già “assaggiato tutto” e mantengono la parola.  Abbiamo ordinato il menu tradizione, un mix perfetto di tradizione e innovazione, ogni piatto rispecchia l’accurata ricerca in ogni dettaglio. Vi elenco qualche piatto solo per farvi venire l’acquolina in bocca: Vitello Tonnato, Crema di patate con crumble ai funghi e bacon croccante,  Tajarin al ragù di fegatini, Petto di faraona al tartufo nero e salsa alle acciughe. È un ristorante assolutamente da provare.

AGRITUSIMO SAN MARTINO, Borgata San Martino, Clavesana

Abbiamo scoperto questo agriturismo mentre cercavamo la panchina gialla di Clavesana. Nonostante non avessimo prenotato e fossero quasi le 14,00 e il locale pieno hanno cercato di trovarci un tavolo scusandosi se non c’era posto nel dehors, quando in realtà eravamo noi a doverci scusare per essere piombati li senza preavviso.  Nel menù ci sono molti piatti della tradizione piemontese ma sempre rivisitati e preparati con materie prime ricercate e di ottima qualità. Possibilità di ordinare sia il menu che a la carte. La sala interna dove abbiamo mangiato è molto curata ed elegante con mattoni a vista, nella bella stagione possibilità di pranzare nel giardino all’ombra di un pergolato. Tutto il personale è attento e molto disponibile, in particolar modo la titolare, la signora Antonella, che trasmette tutta la passione per il suo lavoro. Assolutamente da ritornarci e per chi volesse pernottare l’agriturismo dispone di 7 camere.

NON TESTATI PERSONALMENTE MA RACCOMANDATI DA PERSONE DEL POSTO

  • OSTERIA DA GEMMA, RODDINO
  • LA TERRAZZA DI RENZA, CASTIGLIONE FALLETTO
  • OSTERIA DEI CATARI, MONFORTE
  • LE CASE DELLA SARACCA, MONFORTE (soprattutto per aperitivi)
  • OSTERIA I REBBI, MONFORTE

 

ALTRI POST SULLE LANGHE

 

 

 

2 Comments

  1. Anna

    4th Nov 2018 - 23:02

    La caccia alle panchine è più affascinante di una caccia al tesoro, che bella l’idea che hanno avuto di fare il passaporto per collezionarle tutte!

    • Maria Paola Salvanelli

      Maria Paola Salvanelli

      5th Nov 2018 - 12:10

      Confermo Anna, è stata una giornata entusiasmante e non vedo l’ora di tornare per ampliare la mia collezione di timbri 😉

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

ABOUT ME

Curiosa, entusiasta, sempre in movimento. Da quando ho iniziato a viaggiare non ho piu smesso! Se vuoi conoscermi meglio clicca sulla mia foto.

Stay Connected

Instagram Feed

Categorie

Archivi

Advertise

×