ABOUT ME

Curiosa, entusiasta, sempre in movimento. Da quando ho iniziato a viaggiare non ho piu smesso! Se vuoi conoscermi meglio clicca sulla mia foto.

Stay Connected

CHINATOWN

China Town è uno dei quartieri più caotici di Bangkok, una fitta rete di vicoli che si diramano come un labirinto, stracolmi di botteghe, negozi, bancarelle dove trovare ogni cosa.

Sono due le facce di Chinatown e sono da conoscere entrambe.

La prima è la trafficatissima Yaowarat Road, piena, letteralmente strapiena di gioiellerie, l’oro che luccica nelle vetrine, le decine di ristoranti, le scritte in cinese e le grandi insegne luminose al neon.

La seconda sono i piccoli vicoli, alcuni stretti, bui, con bancarelle, negozi di medicina tradizionale e altri negozi che non si capisce cosa vendono.


Il posto giusto dove cominciare la visita di Chinatown è il Tha Ratchawong Pier (n° 5). Da Siam prendiamo lo Skytrain fino alla fermata
di Saphan Taksin situata esattamente al di sopra del Sathorn/Central Pier; poi prendiamo uno dei battelli del Chao Phraya Express Boat.

Dall’imbarcadero di Tha Ratchawong risaliamo la via, Thanon Ratchawong, per circa 350 metri per poi buttarci in Sampheng Lane, una viuzza non più larga di 2 metri e riconoscibile dalle tettoie di plastica che le fanno da copertura insieme ad uno di quegli stupefacenti intrichi di cavi elettrici per iquali Bangkok è famosa.


E’ in assoluto una delle viuzze più caratteristiche di tutta Chinatown. Ci ritroviamo  immediatamente in un labirinto di altri minuscoli vicoli, alcuni così stretti che permettono a mala pena il passaggio di una persona. La via è affollatissima di persone, ogni metro è occupato da
bancarelle e negozi dove  si vende qualsiasi cosa, abbigliamento ed oggetti per la casa ma NON SOLO!

I più coraggiosi potranno assaporare anche alcune prelibatezza locali!

Per quanto ami la cucina asiatica ho ancora qualche barriera culturale da abbattere!


Non esitate a prendere qualsiasi vicoletto che vi ispira e non preoccupatevi se vi perdete, il posto è tutto fuorché pericoloso. Anzi, è quando si abbandona la grande Yaowarat e ci si immerge nelle viuzze che Chinatown dà il meglio di sé.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

×