ABOUT ME

Curiosa, entusiasta, sempre in movimento. Da quando ho iniziato a viaggiare non ho piu smesso! Se vuoi conoscermi meglio clicca sulla mia foto.

Stay Connected

Trekking a Montisola, alla scoperta del Lago d’Iseo

Per trekking giornalieri durante la stagione invernale mi dirigo quasi sempre verso la Liguria, un po’ per abitudine un pò perché amo il mare in inverno. C’è da dire però che i sentieri principali li ho ormai passati al setaccio praticamente tutti e anche più volte. Avevo voglia di cambiare. L’occasione perfetta me la suggerisce l’uscita organizzata da Trekking Taro Cero e guidata da Antonio Mortali: Montisola, l’isola lacustre abitata più grande d’Europa, situata al centro del lago d’Iseo. Sicuramente ricorderete la gigantesca passerella arancione galleggiate installata a giugno del 2016 dall’artista Christo Yavachev. Stiamo andando proprio lì ma il floating piers è stato rimosso da un pezzo. Per fortuna Aggiungo io.

Montisola ha un perimetro di 9 km ed è alta circa 600 metri. Non ci sono auto sull’isola, fatta eccezione per quelle di pubblica utilità e gli 11 centri abitati sono collegati da un pulmino comunale; è quindi il luogo ideale per passeggiate a piedi o in bicicletta, in tutte le stagioni.

Non sapevo bene cosa aspettarmi da un trekking sul lago e devo dire che ne sono rimasta piacevolmente colpita. Ci dirigiamo in auto a Sulzano e una volta parcheggiato prendiamo il traghetto per Montisola. La traversata dura pochissimi minuti, per cui se soffrite di mal di mare non temete, non avrete nemmeno il tempo di realizzare che state galleggiando.

Attracchiamo nella località di Peschiera Maraglio, da dove ha inizio la nostra escursione per raggiungere il Santuario della Ceriola ( 599 mt), ubicato proprio sulla sommità dell’isola. Dal traghetto scorgiamo tra la vegetazione la nostra meta finale, sembrava una salita di quelle toste ma in realtà si tratta di una piacevole passeggiata adatta a tutte le gambe.

Trekking a Montisola

Montisola è caratterizzata da una articolata rete di sentieri che collegano tranquille località dove il tempo sembra essersi fermato e che permettono di assaporare tutta la magia dell’isola.

Per la salita al Santuario percorriamo il sentiero numero 1, mentre al ritorno toccheremo le località di Cure, Masse e Olzano, dislocate sul sentiero numero 2, e avremo cosi completato un piacevole giro ad anello.

Trekking a Montisola

Dal pontile teniamo la sinistra, l’imbocco del percorso è ben segnalato da numerosi cartelli. È impossibile sbagliarsi. Dapprima si sale in mezzo al centro abitato. Dopo una rampa di scale, si raggiunge la strada principale. La attraversiamo per entrare nel bosco.

Trekking a Montisola

Tra boschi di castagni e terrazzamenti coltivati a olivo attraversiamo il versante ovest dell’isola, sempre con vista panoramica sul lago e il territorio circostante. Tra alberi e arbusti, il nostro sguardo è ben presto catturato dalla piccola isola di San Paolo, un’isoletta privata di proprietà della famiglia Beretta che rimarrà un punto di riferimento per tutta la prima parte di questo percorso.

Trekking a MontisolaIn prossimità del borgo di Cure, svoltiamo a destra e seguiamo le indicazioni per il santuario, ormai vicino.

Trekking a MontisolaTrekking a MontisolaTrekking a MontisolaTrekking a MontisolaIl santuario venne edificato nel XIII secolo e rinnovato nel XVI secolo. Fu la prima chiesa sul lago dedicata alla Madonna. Il nome ceriola secondo alcuni studiosi sembra derivare dal legno con cui è stata scolpita l’effige della madonna, ovvero un ceppo di cerro. Nel 1750 venne aggiunto il campanile di pietra e granito e successivamente venne aggiunta la casa del custode, che cambiarono completamente le line originali della chiesa, conferendole l’aspetto che ha oggi giorno.

Trekking a MontisolaDal Sagrado del Santuario si gode di una splendida vista a 360° sul lago ed i monti circostanti, ora dalle cime innevate.

Trekking a MontisolaTrekking a MontisolaTrekking a Montisola

Facciamo ritorno a Peschiera percorrendo l’altro versante dell’isola. Il primo tratto di sentiero, che ci porta in località Cure, è caratterizzato dalla presenza di diverse cappelle affrescate della via crucis.

Trekking a MontisolaTrekking a MontisolaTrekking a MontisolaTrekking a MontisolaTrekking a MontisolaTrekking a MontisolaDa Cure raggiungiamo località Masse, il borgo dove meglio si sono conservati gli insediamenti agricoli originari: case di pietra, pozzi e porticati. Raggiunto Olzano avete due opzioni. Seguire il sentiero che vi porta a Peschiera o fare una piccola deviazione per Carzano e poi seguire tutto il lungo lago. Noi abbiamo optato per il secondo, più panoramico e rilassante.

Trekking a MontisolaTrekking a MontisolaTrekking a MontisolaTrekking a Montisola

Al nostro arrivo a Peschiera troviamo il traghetto quasi in partenza per riportarci a Sulzano.

Trekking a Montisola

Si conclude così la nostra giornata a Montisola, davvero una gradevole scoperta.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Stay Connected

ABOUT ME

Curiosa, entusiasta, sempre in movimento. Da quando ho iniziato a viaggiare non ho piu smesso! Se vuoi conoscermi meglio clicca sulla mia foto.

Instagram Feed

Categorie

Archivi

Advertise

×