ABOUT ME

Curiosa, entusiasta, sempre in movimento. Da quando ho iniziato a viaggiare non ho piu smesso! Se vuoi conoscermi meglio clicca sulla mia foto.

Stay Connected

LIGURIA – La pista ciclopedonale da Levanto a Framura con qualche variante

La settimana era partita malissimo: vento, pioggia e grandine ad intermittenza. Anche il fine settimana sembrava non essere da meno ma venerdì si è aperto uno spiraglio di luce e almeno su sabato il meteo sembrava mantenersi stabile. Vuoi non approfittarne? Temendo la maggior parte dei sentieri che sono solita frequentare fossero poco agevoli per via delle piogge torrenziali dei giorni scorsi sono andata sul sicuro, decido di tornare sulla Pista CicloPedonale che collega Levanto a Framura. Ve ne avevo già parlato in questo post ma ne è passato di tempo da allora!

Alle 7.48 salgo sull’ormai arci – rodato treno che da Parma mi condurrà in Liguria e verso le 10,00 sono a Levanto. Come preannunciato dai metereologi  è una bellissima giornata di sole e dopo una settimana a litigare con l’ombrello sono galvanizzata. A volte basta davvero poco per tornare a sorridere. Uscendo dalla stazione incontrate da subito numerosi cartelli che indicano la giusta direzione per imboccare la ciclopedonale. Basta seguirli e vi ritroverete in poco meno di 10 minuti sul lungo mare di Levanto.  Rispetto a quando l’ho percorsa la prima volta ho trovato una segnaletica molto più precisa e abbondante.

Gli stabilimenti balneari non hanno ancora inaugurato la stagione ma sono aperti e non mancano i primi fanatici della tintarella già in costume, qualche impavido sta addirittura entrando in acqua ma sento che urla per lo shock.

La Pista CicloPedonale, inaugurata nella primavera del 2010, è stata costruita sulla vecchia linea ferroviaria dei  primi del 1900, dismessa con l’avvento dell’attuale linea ferroviaria ligure.

Interamente affacciata sul mare  sfrutta le vecchie gallerie che sono state restaurate ed illuminate. Sono inoltre presenti aperture e balconate in corrispondenza degli scorci piu’ belli. La passeggiata, è semplicissima, priva dell’anche più minimo dislivello ma regala scorci suggestivi su minuscole e suggestive calette raggiungibili solo via mare e dove è possibile rifugiarsi per una giornata di totale relax, almeno in questo periodo quando l’affluenza alle spiagge è ancora ridotta a pochi individui.

È un percorso adatto a tutti, anche alle famiglie con bambini e animali, che si può scegliere di percorrere a piedi o in bicicletta, adatto anche ai mesi più caldi dell’anno, all’ interno delle gallerie vi sembrerà infatti di essere in una cella frigorifera.

Non dimenticate quindi una felpe, vi tornerà utile soprattutto nel tratto finale che collega Bonassola a Framura dove le gallerie sono più lunghe ed umide per l’assenza di tratti all’ aperto che facilitano l’ingresso della luce e del sole. La lunghezza totale è di circa 6 km, camminando a passo normale si raggiunge Bonassola in una mezz’oretta e con altri 30-40 minuti di cammino si può raggiungere Framura. Lungo il percorso sono presenti numerose panchine dove sedersi a riposare o più semplicemente contemplare il mare. Come dicevo è una passeggiata semplice e proprio per questo va gustata in tutta calma.

Se poi è la vostra prima volta sono d’obbligo svariate tappe fotografiche, troverete scorci davvero suggestivi, soprattutto in prossimità delle calette.

Io, arrivando in treno o scelto la direzione Levanto – Framura ma ovviamente la passeggiata può essere percorsa anche nella direzione opposta. Se invece siete in macchina vi consiglio di partire da Levanto, dotata di un ampio e comodo parcheggio proprio alla partenza della Ciclopedonale e dove, in bassa stagione, i posteggi abbondano ma munitevi di monetine per i parchimetri.

Raggiunta Bonassola vi consiglio una deviazione che merita una sosta.

Dal lungo mare imboccate Via Risorgimento, superate il Ristorante Antica Guetta e salite verso la chiesetta di Santa Caterina.

Ora dovrete salire qualche scalino, tanto per spezzare il mono – dislivello che sta caratterizzando la giornata.

Imboccate la scalinata di fianco la Chiesa e vi ritroverete su Via Roma. Tenete la sinistra e andate dritto fino alla Madonnina della Punta, una graziosa chiesetta rosa costruita sulla proprio sulla punta della scogliera, a picco sul mare.

Dal Promontorio di Madonnina della Punta si può godere di una meravigliosa visuale sulla spiaggia di Bonassola, la Punta del Carlino e le zone circostanti.

Da Bonassola il sentiero per la Madonnina della Punta è  lungo circa un chilometro e di facile percorrenza e per fortuna passano pochissime macchine, unicamente dei residenti.

Tornati a Bonassola potrebbe ( ne sono sicura) esservi venuta fame, e se volete un consiglio non lasciate il paese senza prima aver assaggiato un trancio di focaccia della Focacceria di Cinzia. Una delle focacce più buone che abbia mai assaggiato e ve lo dice una che in Liguria viene spesso.

Messo a tacere lo stomaco e deliziato il palato proseguiamo sulla CicloPedonale fino a Framura. Come vi dicevo questo tratto di percorso è meno panoramico perché le gallerie sono più lunghe e sono prive di aperture ad eccezione del tratto finale, ragion per cui la temperatura cala drasticamente e non spaventatevi  se sentirete qualche goccina di umidità bagnarvi la testa.

Dopo qualche chilometro sbucherete a Framura con il suo splendido porticciolo e le barchette blu ormeggiate a fare da cornice a questa immagine da cartolina.

Arrivati qui potete scendere al porticciolo tramite scalinata o ascensore e seguire le indicazioni per la Ferrovia. Dovrete passare sotto un’ altra galleria e recarvi in stazione, come se doveste prendere il treno. Hanno da poco inaugurato un nuovo tratto di pista pedonale ( in questo caso niente bici) che collega la minuscola Spiaggia di Torsei con la Spiaggia della Vallà.

È una passeggiata molto tranquilla anche perché ancora poco conosciuta che ricorda la famosissima Via dell’Amore delle 5 Terre, chiusa al pubblico ormai da tanti anni per instabilità del terreno.

Per tornare a Levanto ripercorriamo a ritroso l’intero percorso e abbiamo anche il tempo per dare uno sguardo ai bei negozi che caratterizzano il centro storico e concludere degnamente la giornata con un pò di sano shopping compulsivo. Credo di essere l’unica che parte per un trekking e finisce per fare shopping.

In conclusione, che dire? sole, mare, camminata, focaccia, shopping….ci sono tutti gli elementi per acclamarla come la giornata perfetta!

 

5 Comments

  1. Franca

    15th Apr 2018 - 15:01

    In effetti clima gradevole,sole,trekking senza salite o discese troppo impegnative, la focaccia coi pomodori una delizia!!!!

  2. Nicola

    16th Apr 2018 - 7:09

    Ciao Paola! Fatta varie volte… aggiungo che per il ritorno si può utilizzare il treno che fa spola per le cinque terre ogni ora, con partenza da sestri Levante si ferma in tutte le stazioni e ovviamente a Framura.
    Nicola.

    • Maria Paola Salvanelli

      Maria Paola Salvanelli

      16th Apr 2018 - 12:30

      Ciao Nicola, esatto e un ottimo spunto per chi volesse fermarsi il week end ed esplorare di più queste zone. Grazie per il commento

  3. Beatrice

    19th Mag 2018 - 13:40

    Ciao ti ho scoperto or ora,e ci sono parecchi spunti interessanti nel tuo blog.Sono della provincia di Bo.Volevo chiederti riguardo alla Liguria se hai suggerimenti per guide di trekking e /o camminate del Levante che siano ben fatte.Grazie e bellissimi articoli.Ciao

    • Maria Paola Salvanelli

      Maria Paola Salvanelli

      23rd Mag 2018 - 23:10

      Ciao Beatrice,
      grazie, sono felice che tu abbia trovato spunti interessanti sul mio blog 😉
      Scusa il ritardo nel risponderti ma sono all’estero con connessione limitata.
      Se sei interessata a trekking di gruppo in Liguria io vado spesso con http://www.trekkingtaroceno.it oppure http://www.guidedelpennato.com anche se, quest’ultime, non le ho mai testate personalmente.
      Come guide cartacee sono ben fatte quelle di Andrea Greci, le trovi sia su Amazon che Ibs.
      Spero esserti stata di aiuto, non mi resta che augurarti buon trekking!

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

×