ABOUT ME

Curiosa, entusiasta, sempre in movimento. Da quando ho iniziato a viaggiare non ho piu smesso! Se vuoi conoscermi meglio clicca sulla mia foto.

Stay Connected

TRENTINO – La Val San Nicolò in inverno

Quella di oggi doveva essere una giornata dedicata a provare lo sci di fondo ma il meteo non proprio idilliaco ci ha spinto ad un cambio di programma. Abbiamo così optato per una tranquilla passeggiata in Val San Nicolò, una garanzia in tutte le stagioni e con tutte le condizioni meteo, anche quelle meno favorevoli.

Una Valle in cui sono stata quest’estate ma devo dire che l’abito invernale le regala ancora più fascino.

Parcheggiata l’auto nelle vicinanze del Ristorante Bar Soldanella a 1415 mt raggiungibile in auto da Meida, frazione di Pozza di Fassa, lungo la strada della Val di San Nicolò. La strada che in estate è percorribile in auto ora si trasforma in una pista da sci per altro molto amata.

La chiusura della strada di accesso riporta un po’ di pace in questa valle, super frequentata nel periodo estivo.

Il sentiero che conduce alla Malga Ciampié è ben battuto e alla fine le ciaspole sono rimaste appese allo zaino.

Con una passeggiata nel bosco facile ma in leggera pendenza raggiungiamo Malga Crocifisso a 1526 mt con la sua graziosa chiesetta.

Qui bisogna fare attenzione perché il sentiero interseca la pista da sci e sono frequenti gli sciatori che decidono di fare una pausa presso la Malga, occhio a non farvi travolgere!

Anche noi approfittiamo per una sosta al caldo prima di proseguire.

A questo punto potete scegliete se proseguire per la Valle Monzoni o per la Valle San Nicolò.

Come suggerisce il titolo del post già sapete dove siamo diretti.

DSC_4735

Dopo un primo tratto nel bosco, con suggestivi scorci su ruscelli ghiacciati, la valle si apre regalandoci un paesaggio a dir poco fiabesco. Sul fondo spicca la sagoma del Col Ombert 2670 mt, che sovrasta imponente la vallata e grazie a un buffo gioco di nuvole sembra illuminato da una strana luce azzurrina.

L’incanto del momento è spezzato di tanto in tanto dal rombo delle motoslitte che transitano sul sentiero e portano le persone alla Malga Ciampiè. Se ne avete l’opportunità vi consiglio di percorre questo sentiero durante la settimana, quando il flusso di turisti è sicuramente ridotto.

Le numerose malghe che punteggiano la valle sono ora completamente ricoperte di neve e rendono il panorama ancora più appagante.

Proseguendo sempre dritto, raggiungiamo la Baita Ciampié, a 1826 mt, dove ci fermiamo per uno spuntino.

Volendo è possibile proseguire fino dalla Baita Alle Cascate ma qualche timido fiocco di neve ci consiglia di incamminarci sulla via del ritorno subito dopo il pranzo.

Per chi volesse è possibile fare la discesa con gli slittini, un’esperienza molto divertente testata qualche anno fa e che a questo gito ho preferito non replicare.

In estate il giro può essere molto più ampio, ve ne avevo parlato in questo post.

Nonostante il meteo instabile è stata una bellissima passeggiata tra boschi e prati. Al prossimo giro sperimenteremo la Valle Monzoni, per cui continuate a seguirmi!

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

×