ABOUT ME

Curiosa, entusiasta, sempre in movimento. Da quando ho iniziato a viaggiare non ho piu smesso! Se vuoi conoscermi meglio clicca sulla mia foto.

Stay Connected

Camogli in 12 scatti

Questo post appartiene alla sezione “In 12 scatti”, di cui ho iniziato a parlarvi qui. 

Un paese o una città al mese, per 12 mesi, raccontati solo attraverso le immagini.

Questo post lo dedico a Camogli, un romantico borgo marinaro, che sorge nella Riviera di levante in Liguria, circa 20 km a est di Genova ed al margine ovest del Parco Naturale del Monte di Portofino, che protegge il centro cittadino e garantisce un clima mite tutto l’anno.

Il tratto distintivo di Camogli è il suo lungomare pedonale, incorniciato da alte case colorate. I colori e le linee più chiare orizzontali (dette marcapiano) servivano ai marinai per riconoscere più facilmente la propria abitazione tra i vari palazzi del borgo e farvi ritorno dopo la pesca. La maggio parte degli edifici del centro storico sono frutto di un susseguirsi di aggiunte e modifiche nel corso dei secoli. Spesso le aggiunte riguardavano anche singole stanze che modificavano l’aspetto si interiore che esteriore dei palazzi. La nascita di un figlio di un navigante o il ricavato di un lungo imbarco, erano le motivazioni principali che portavano alla costruzione di una nuova appendice al palazzo esistente.

Oltre alla presenza di questi edifici colorati, il lungomare è un susseguirsi di ristoranti, bar e negozietti originali che scendono verso la Basilica di Santa Maria Assunta e conducono al caratteristico porticciolo affollato di pescherecci e battelli per turisti.

Da qui, via mare, è, infatti, possibile raggiungere molte località come Punta Chiappa, San Fruttuoso e le Cinque Terre.

Per i più attivi, Camogli è il punto di partenza di numerosi sentieri che si snodano all’ interno del Parco Naturale del Monte di Portofino. Dalla stazione ferroviaria, dove trovate anche un comodo parcheggio a pagamento, una mulattiera sale fino a San Rocco di Camogli, da dove si può proseguire per Portofino Vetta, Pietre Strette, San Fruttuoso, Punta Chiappa.

Trovate la descrizione dettagliata di alcuni sentieri nei post precedenti sui Trekking in Liguria.

Durante i mesi estivi, in particolare nei week-end, è abbastanza problematico riuscire posteggiare l’auto; la maggior parte dei parcheggi è riservata ai residenti e l’unico a disposizione dei turisti, quello vicino alla stazione di cui accennavo sopra, è spesso completo. Per questo vi consiglio vivamente di utilizzare i mezzi pubblici: treno, autobus o battello.
Ma bando alle ciance, e lasciamo parlare le immagini.

2 Comments

  1. Marco Tamborrino

    14th Nov 2016 - 16:39

    Sono stato a Camogli ai tempi del liceo, in gita. Ricordo un paesino bellissimo e colorato, dall'atmosfera magica. Spero di tornarci presto e di dedicare qualche giornata alla stupenda Liguria, che merita davvero.

    P.s. Bellissime foto! 🙂

  2. Maria Paola Salvanelli

    14th Nov 2016 - 20:02

    Hai detto bene Marco, la Liguria è magica! i suoi colori, i suoi profumi, questi paesini arroccati tra cielo e mare…una regione tutta da scoprire e ti auguro di avere presto l'occasione di tornare.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

×