ABOUT ME

Curiosa, entusiasta, sempre in movimento. Da quando ho iniziato a viaggiare non ho piu smesso! Se vuoi conoscermi meglio clicca sulla mia foto.

Stay Connected

Da Tellaro a Montemarcello passando per la Spiaggia di Punta Bianca

Moltissimi sono i percorsi e i sentieri nel territorio di Lerici. Brevi passeggiate sul lungomare, come da San Terenzo a Lerici o tappe più impegnative verso i borghi collinari Pugliola, Solaro, La Serra e le spiagge di Tellaro e Fiascherino.

Domenica 27 Dicembre, approfittiamo di questo inverno anomalo in cui la neve sembra proprio non voler arrivare e mentre nella Bassa Parmense regna la nebbia, scappiamo a Tellaro per goderci una giornata di mare in un caldo quasi estivo e provare a smaltire quel piatto in più di cappelletti a cui proprio non si poteva dire di no.

Sentiero molto interessante è quello che da Tellaro porta alla Spiaggia di Punta Bianca.

Dopo aver trovato parcheggio, per altro gratuito da Ottobre fino a Maggio, raggiungiamo la piazzetta centrale di Tellaro e imbocchiamo via Matteotti.
Alla fine della strada inizia una mulattiera che in questo primo tratto è abbastanza ripida; si prosegue su di una lunga scalinata lastricata fino a superare il “piastrone” di Tellaro da cui si gode di una bellissima vista panoramica sulla baia sottostante.
Il terreno nella prima parte è costituito da un lastricato di sassi e pietre, mentre nella seconda parte si sviluppa interamente nel bosco, dove non di rado se percorso in silenzio alle prime ore dell’alba è possibile scorgere interi branchi di cinghiali alla ricerca di cibo nel bosco. Noi siamo consapevoli del loro passaggio perché in molti tratti la terra è stata “smossa” ma per fortuna nessun incontro ravvicinato.

Prima di arrivare alla più nota spiaggia di Punta Bianca se ne incontra una più piccola, a quanto pare meta prediletta di nudisti, come avvertono i numerosi cartelli!

Giungiamo ai resti di un forte militare, da cui si può ammirare un bellissimo panorama che abbraccia tutto il mare aperto ma fate attenzione poiché la struttura non ha protezioni verso l’esterno. Alla destra del forte uno stretto sentiero porta alla formazione rocciosa di Punta Bianca, molto frequentata da bagnanti e turisti nella stagione estiva. Punta Bianca prende il nome dalle sue bianche rocce calcaree, ed è l’estrema punta meridionale del Promontorio del Caprione.

È sicuramente un tratto di costa molto suggestivo ma per quanto caldo non è stagione da bagno per cui torniamo sui nostri passi e saliamo all’abitato di Montemarcello.

Il sentiero prosegue sempre nel bosco; Tra continui sali e scendi, si aprono tra gli alberi suggestive vedute sul Golfo dei poeti, si scorgono perfettamente la Palmaria, il Tino e il Tinetto.

Un cartello avverte che il sentiero 444 è consigliato a soli escursionisti esperti e in effetti non è per niente facile. Fattibile per chi ha un minimo di allenamento ma… tosto! Una cosa è certa, la cena di Natale è stata smaltita e forse anche quella di Capodanno che deve ancora venire! Ci piace metterci avanti con i lavori!

Arriviamo a Montemarcello dopo circa due ore e mezza di cammino a buon passo e qui raggiungiamo per il Belvedere dove ci concediamo una meritata pausa. Il sole è talmente caldo che sembra estate! Da non credere.

Per chi è stanco è possibile tornare in autobus, noi, ad eccezione di qualche tratto di statale, torniamo sui nostri passi e ripercorriamo il sentiero al contrario e con il sole che inizia a calare è stato indimenticabile.

Prima di rientrare facciamo visita a Tellaro, un borgo di pescatori in cui il tempo sembra essersi fermato; le casette colorate che si affacciano sugli stretti vicoli di pietra, il piccolo porticciolo, la piazzetta…. da vedere sia di giorno che di sera, alla luce fioca dei lampioni.

 

2 Comments

  1. Paola B.

    29th Dic 2015 - 8:25

    Ciao Paola! Che bello vedere i miei posti nelle tue foto!! Lo sai che ho una casetta proprio ella piazzetta della Serra? e che questi giorni ero lì? prossima volta avvertimi prima che magari mi aggrego! Buone feste

  2. Maria Paola Salvanelli

    29th Dic 2015 - 16:14

    Ciao Paola, in effetti ti ho proprio pensato!ricordavo che hai una casetta in zona…invidiabile il clima della Liguria, soprattutto ora che da noi la visibilità è decisamente ridotta! volentieri, la prossima volta ti chiamo! buone feste anche a te, un bacione

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

×